10 dicembre 2015

10 dicembre 1788: nasce Francesco Morelli, detto “Ferrino”

Pillole quotidiane di storia senese
di Maura Martellucci e Roberto Cresti


Il 10 dicembre 1788 nasce Francesco Morelli, conosciuto in Piazza del Campo come “Ferrino”, o “Ferrino Maggiore”. E’ un fantino del Palio anche il fratello, Pasquale Morelli, soprannominato “Ferrino Minore” che però ha una carriera meno brillante del fratello: in dieci Palii corsi non arriva mai vittorioso al bandierino. 

Dipinto del Palio del 19 agosto 1818  a firma Gorelli
conservato nel Museo della Sovrana Contrada dell'Istrice

Francesco disputa 18 Carriere vincendo tre volte: il Palio straordinario del 19 agosto 1818 con i colori dell’Istrice (è un Palio straordinario corso su richiesta del Granduca Ferdinando III di Toscana che si era così entusiasmato nella Carriera del 16 agosto da voler rivivere subito l’adrenalina della corsa); il 17 agosto 1819, sempre nell’Istrice (rinviato al 17 per pioggia è di nuovo presente Ferdinando III, con la figlia Maria Luisa); il 16 agosto 1821 (il mese di agosto evidentemente portava fortuna a Ferrino) trionfa in Pantera. 

Testo del battesimo di Morelli Francesco Giovanni 

Con questa vittoria Ferrino Maggiore si ritira dalla Piazza.  La famiglia Morelli è spesso salita alla ribalta della cronaca del tempo: sia il nonno che il padre, intanto, pur non facendo i fantini, sono chiamati da tutti “Ferrino”, ed entrambi hanno guai con la giustizia. Nel marzo del 1769 Giuseppe Morelli è accusato di furto, mentre nel febbraio 1791 Liborio, padre di Francesco e Pasquale, è incriminato per contrabbando di tabacco. E perfino Pasquale, varie volte, ebbe a che fare con la giustizia per i suoi…costumi licenziosi.


Documentazione e Crediti fotografici
Dal sito ilpalio.org
Il dipinto di cui alla foto 1 venne realizzato intorno al 1900 e presenta numerosi errori: ci sono nove contrade, fra cui il Nicchio, la Torre e la Giraffa che non erano presenti in quel Palio. Delle contrade che corsero, mancano: l’Onda, il Bruco, la Civetta ed il Valdimontone. La Chiocciola, che cadde mentre era al comando, viene raffigurata a cavallo. Nel retro del disegno appare la dicitura “cadde il Drago…” che non era nemmeno tra le partecipanti.

L'elenco completo delle "Pillole quotidiane di storia senese" si trova alla pagina http://goo.gl/2PJxzF.
Tutti i giorni sono trasmesse anche dai microfoni di Antennaradioesse Siena, alle ore 8.45, all'interno dell'almanacco. Ringrazio Maura Martellucci per aver cortesemente autorizzato la pubblicazione di questa "pillola" sul nostro blog.

Nessun commento: