29 novembre 2015

29 novembre 1981: spari al Palasport

Pillole quotidiane di storia senese
di Maura Martellucci e Roberto Cresti


Il 29 novembre 1981 una partita di pallacanestro diventa davvero “infuocata” e al palazzetto ci sono gravi scontri tra le tifoserie (forse i più gravi nella storia della Mens Sana). Si gioca la partita Sapori – Latte Matese Caserta. I tempi regolamentari si chiudono 85-85, con la Sapori che, dopo essere stava avanti di diciassette punti è raggiunta dalla Latte Matese e costretta ai supplementari. 
Durante l’intervallo, però, un centinaio di tifosi casertani (che si trovano dietro la panchina dei giocatori) si scagliano contro i senesi e iniziano le colluttazioni. 


Ben presto la zuffa si allarga a tutta la gradinata e intervengono le forze dell’ordine: due carabinieri (giovani in servizio di leva) vengono aggrediti e per cercare di riportare l’ordine iniziano a sparare: tre colpi in aria, il primo, e l’intero caricatore, il secondo. 
Il rumore dei colpi crea il panico e il fuggi fuggi generale: la tribuna degli scontri si svuota, i giocatori che stavano tornando in campo corrono negli spogliatoi o si buttano a terra. Tra il pubblico ci sono malori e svenimenti come la moglie dell’allenatore di Siena, la signora Serena Taglialatela, che viene ricoverata in ospedale. 
Dopo una lunga interruzione la partita può riprendere: dopo il primo supplementare la Sapori Siena vince 90-89. Ma, si legge nell’articolo che narra gli eventi a firma di Guido Parigi, “sono stati cinque minuti di gioco nei quali in tutto il palasport non è volata una mosca”.


Documentazione
Per la notizia si veda il sito ilpalio.org

L'elenco completo delle "Pillole quotidiane di storia senese" si trova alla pagina http://goo.gl/2PJxzF.
Tutti i giorni sono trasmesse anche dai microfoni di Antennaradioesse Siena, alle ore 8.45, all'interno dell'almanacco. Ringrazio Maura Martellucci per aver cortesemente autorizzato la pubblicazione di questa "pillola" sul nostro blog.

Nessun commento: