28 novembre 2015

28 novembre 1959: Siena intitola una via a Niccolò Scatoli, il bersagliere di Porta Pia

Pillole quotidiane di storia senese
di Maura Martellucci e Roberto Cresti


Il 28 novembre 1959 il Comune di Siena delibera di intitolare una strada (in realtà una traversa di via Mentana) a Niccola (o Nicola) Scatoli, il valoroso soldato senese che con la sua tromba incitò i compagni alla presa di Porta Pia e per primo venne ferito durante l'azione. Lo Scatoli, da tutti conosciuto come Niccolò, nasce il 6 dicembre 1845 e fin da giovanissimo sente il dovere di combattere per la sua patria. 



A quattordici anni tenta di arruolarsi e partire per la Seconda guerra d'Indipendenza, ma viene scartato perché ritenuto troppo giovane. Si arruola, finalmente, nel 1864 nel corpo dei Bersaglieri e nel 1866 è a Custoza, dove pur ferito ad una mano riesce a portare in salvo un suo commilitone. 
Ma la fama dello Scatoli è tutta legata all'impresa romana e con la sua tromba che sprona i compagni alla presa di Roma è ritratto anche in un celebre quadro di Michele Cammarano. Lo Scatoli viene colpito da un colpo di fucile e per questo perderà la gamba sinistra. 




Dopo sei anni torna a Siena e riprende il suo lavoro all'Archivio di Stato, da dove era impiegato dal 1862. Proprio in Archivio di Stato veniva conservata la famosa tromba suonata durante la carica di Porta Pia, per cui esisteva una stanza chiamata, familiarmente "del trombone"
Una storia che ha protagonista lo Scatoli viene raccontata da sempre: lo Scatoli, dopo l'impresa romana, si guadagnò il favore della corte reale dove era sempre accolto con benevolenza. Un giorno, pare, che entrando a palazzo dalle cucina non abbia saputo frenare l'impulso di allungare la mano sul "lato B" di quella che credeva una cuoca. Quando la presunta cuoca si voltò, però, si accorse che in realtà era la Regina Margherita. 
Lo Scatoli, mortificatissimo si scusò con Sua Maestà, ma pare che lei abbia risposto tranquilla: "Ah, siete voi Scatoli, fare fate!". O qualcosa del genere. Veramente storie e personaggi di altre epoche! 



Niccola Scatoli muore a novant'anni, il 31 dicembre 1935. Anche la città di Roma, il 20 settembre 1911, in occasione del 141° anniversario della Breccia di Porta Pia, ha intitolato una via al senese Niccolò Scatoli per rendere onore al suo coraggio e ricordarne il valore.


Crediti fotografici
1. Il dipinto di Michele Cammarano nel quale vengono raffigurati i Bersaglieri del 12° battaglione mentre superano di corsa la “Breccia di Porta Pia”. L’artista raffigura sé stesso nel bersagliere con il fez rosso, il caporale Giuseppe Tumino nel trombettiere che cade colpito a morte, e il caporale Niccolò Scatoli nell’altro trombettiere
2. Niccola Scatoli
3. La strada che Roma ha dedicato allo Scatoli

L'elenco completo delle "Pillole quotidiane di storia senese" si trova alla pagina http://goo.gl/2PJxzF.
Tutti i giorni sono trasmesse anche dai microfoni di Antennaradioesse Siena, alle ore 8.45, all'interno dell'almanacco. Ringrazio Maura Martellucci per aver cortesemente autorizzato la pubblicazione di questa "pillola" sul nostro blog.

Nessun commento: