6 ottobre 2015

6 ottobre 1650: il granduca Ferdinando II arriva a Siena

Pillole quotidiane di storia senese
di Maura Martellucci e Roberto Cresti


Il 6 ottobre 1650, giunge a Siena il granduca Ferdinando II, accolto in pompa magna da tutta la città. Il principe e la moglie, Vittoria della Rovere, arrivano in vista delle mura senesi al calar della sera e subito si fanno “fuochi d’artificio, giochi d’arme e musiche nella gran Piazza"

B. Oppi, "Bufalata del 3 novembre 1650", acquaforte
Biblioteca Comunale degli Intronati, Siena

I reali rimangono fino al 10 novembre e la Balia fa le cose in grande per rendere il soggiorno indimenticabile: indice balli, commedie, cacce, spettacoli di canzonette, oltre agli immancabili Palii: con le bufale, il 3 novembre (e sarà l’ultima bufalata tenuta a Siena), e con i cavalli, il 6 novembre. Vengono ordinati anche 4 giorni di ferie per magistrati e giudici, durante i quali ogni causa civile e penale doveva essere sospesa. 
Per organizzare al meglio i due Palii ed assicurarsi la presenza del maggior numero di Contrade possibile, la Balia, fin dal mese di settembre, convoca una rappresentanza delle Contrade per nominare i responsabili di ognuna. È interessante segnalare la presenza di alcuni uomini della "Contrada del Pignattello", che probabilmente, in questa occasione, tenta di scindersi dall’Istrice. Nel frattempo, però, qualcosa dovette succedere, visto che né l’una né l’altra parteciparono ai Palii di novembre, ma, anzi, prestarono rispettivamente 5 e 10 uomini al Drago.


L'elenco completo delle "Pillole quotidiane di storia senese" si trova alla pagina http://goo.gl/2PJxzF.
Tutti i giorni sono trasmesse anche dai microfoni di Antennaradioesse Siena, alle ore 8.45, all'interno dell'almanacco. Ringrazio Maura Martellucci per aver cortesemente autorizzato la pubblicazione di questa "pillola" sul nostro blog.

Nessun commento: