8 agosto 2015

Perè Golon, detto “Alì”, il fantino di colore (1927)

Spigolature senesi - Palio
a cura del Tesoro di Siena


Perè Golon, detto “Alì” è stato il solo fantino di colore ad aver corso il Palio. Solo una Carriera, tuttavia, per i colori del Bruco nel Palio del 2 luglio 1927.
Le sue origini non sono del tutto certe e solo recentemente si sono un po’ chiarite. Alì è nato, così pare, in Eritrea da genitori libici originari del Mali e che si dicevano discendenti da Alí Golon, grande personaggio storico del XIV secolo, fondatore della dinastia africana dei “Si” o “Sonni”. Già così un bel groviglio, direi …


Se poi si volesse scoprire come e perché arrivò a Siena, il mistero si fa fitto: c’è chi dice come saltimbanco di un circo; altri lo danno titolare di una bancarella di Piazza … sia come Alì fece intendere di saper montare a pelo e partecipò alle batterie del Palio in questione destando, e questo è oltremodo verosimile, la curiosità dei senesi.
Poiché al Bruco era toccata in sorte una brenna (un sauro di proprietà di M. Vannini) i dirigenti decisero di montare Alì con una missione specifica: parare il Nicchio, all'epoca contrada rivale. E ci riuscì anche bene, sia pure aiutato dalla sorte: al canape capitò al secondo posto proprio accanto al Nicchio, che fu inesorabilmente stretto allo steccato.
Il Valdimontone vinse quella Carriera. Allo scoppio del mortaretto Alì, invece di fermarsi, non si sa se spaesato o impaurito dalla folla, continuò la sua corsa travolgendo e ferendo una guardia di pubblica sicurezza.
Alì si ripresentò per il Palio di agosto del 1927, dove però corse solo la prima prova. Dopodiché, così come era apparso, fece perdere le sue tracce …


Documentazione e crediti fotografici
sito ilpalio.org
sito Wikipedia, voce "Perè Golon"

L'elenco degli altri articoli della rubrica è alla pagina http://goo.gl/13RAFi .


Nessun commento: