25 aprile 2015

25 aprile 1780: i costumi dei Priori del Concistoro

Pillole quotidiane di storia senese
di Maura Martellucci e Roberto Cresti


Il 25 aprile 1780, la riunione del collegio di Balia affrontò un argomento scottante: da gran tempo il contegno e i comportamenti dei Priori del Concistoro erano peggiorati, tanto da suscitare "la derisione di tutto il popolo istruito", senza contare i compensi sempre più esosi che percepivano. 

Palazzo pubblico di Siena, l'Anticamera del Concistoro

Così fu affidato ad alcuni deputati segreti un progetto di riforma "per riparare a questi abusi", che appunto fu letto e discusso in questo giorno. Era previsto che "l’abito priorale" fosse indossato solo nelle uscite pubbliche e private, mentre negli altri giorni i Priori dovevano vestirsi come tutti gli altri cittadini; che in occasione di pranzi ed uscite "pagassero di tasca propria il di più dell’assegnato"; che di questa riforma non patissero le conseguenze i donzelli, il segretario ed il cancelliere. 
La proposta di riforma fu fortemente contrastata e passò solamente al terzo scrutinio, grazie all’intervento di Guido Savini. 


Tutti i giorni le pillole quotidiane di storia senese sono anche su Antennaradioesse Siena alle ore 8.45, all'interno dell'almanacco. Ringrazio Maura Martellucci per aver cortesemente autorizzato la pubblicazione di questa nota.

Nessun commento: