16 aprile 2015

16 aprile 1869: nasce Mastuchino

Pillole quotidiane di storia senese
di Maura Martellucci e Roberto Cresti


Il 16 aprile 1869 nasce Alfredo Forni, noto con il soprannome di “Mastuchino” (o Mastuino), il leggendario alfiere al quale viene attribuita l’invenzione del “salto del fiocco”. In realtà il salto della bandiera era illustrato già in alcuni trattati seicenteschi sull’argomento (ad esempio il famoso “La Pica e la Bandiera”, di Francesco Ferdinando Alfieri, stampato a Padova nel 1641), ma non sembra probabile che il Forni, macellaio, conoscesse testi così colti. 


La fama di Mastuchino si diffuse oltre le mura senesi e in un’edizione del 1929 del periodico “La lettura” compare un articolo sull’arte della bandiera scritto in base alla sua esperienza e con una sua foto. 

"La Lettura": un non più giovane Mastuchino, con i colori della Selva,
svela i trucchi e descrive al meglio il gioco della bandiera

Per quanto riguarda la sua appartenenza contradaiola si è generalmente ritenuto che fosse aquilino, e con la montura dell’Aquila appare in molte foto e raffigurazioni dell’epoca. In realtà sembra che fosse un torraiolo, abitò, infatti, sempre in Salicotto come si deduce dallo stato delle anime della Parrocchia di San Martino del 1875 (nel quale viene citato anche il fratello “Polvere”, storico custode della Torre) e da un altro stato delle anime di fine Ottocento nel quale viene registrato un nuovo nucleo familiare di cui Alfredo Forni è capofamiglia. Del resto non dimentichiamo che fino agli anni Quaranta del Novecento era normale “ingaggiare” a pagamento, per il Corteo Storico e per il giro, alfieri e tamburini anche di altre contrade. La Contrada dell’Aquila, tra l’altro, conserva una lettera nella quale Forni si propone al “Signore Priore” come “primo Alfiere” per sostituire un certo Dante Lippi, da poco scomparso. 
Si dice, tra le varie storie che circondano la sua figura, che sia stato Mastuchino a dare a Fernando Leoni, fantino vittorioso in ben otto Carriere, il soprannome “Ganascia” per le sue mascelle prominenti.


Crediti fotografici:
Foto tratte dal sito ilpalio.org

Documentazione:
"Mastuchino, la leggenda della bandiera", dal sito web ecomuseosiena.org
"Mastuchino o Mastuino", dal sito web ilpalio.org

Tutti i giorni le pillole quotidiane di storia senese sono anche su Antennaradioesse Siena alle ore 8.45, all'interno dell'almanacco. Ringrazio Maura Martellucci per aver cortesemente autorizzato la pubblicazione di questa nota.

Nessun commento: