11 aprile 2015

11 aprile 1634: San Bernardino e Santa Caterina raffigurati sul Palazzo pubblico?

Pillole quotidiane di storia senese
di Maura Martellucci e Roberto Cresti


E’ l’11 aprile 1634 quando gli Ufficiali di Biccherna chiedono alla Balia di essere autorizzati a far dipingere sulla facciata del Palazzo Pubblico San Bernardino e Santa Caterina, nostri concittadini, in memoria d’essere stati nostri preservatori nel tempo del contagio.


La Balia decide di incaricare il proprio Priore ed un cittadino affinché analizzino la bontà di tale proposta. I due deputati sopra la pittura già il successivo 5 maggio forniscono la loro risposta, la quale non ammette repliche e che ben fa capire come i senesi non gradissero affatto che la facciata del palazzo comunale venisse alterata, seppur con immagini a loro certamente care, come quelle dei due Santi cittadini per eccellenza: “non approvarsi naturalmente dalla città per più ragioni il detto loro pensiero”, riferiscono, infatti, e così la richiesta venne respinta. Ed ovviamente le pitture non sono mai state eseguite.



Crediti fotografici:
Foto 1: Bartolomeo Neroni detto il Riccio, Madonna con Bambino tra san Bernardino da Siena e santa Caterina da Siena (sec. XVI), Bob Jones University Museum and Gallery, South Carolina (USA)
Foto 2: Fratelli Alinari, Palazzo comunale (1853 ca.), Biblioteca comunale degli Intronati

Tutti i giorni le pillole quotidiane di storia senese sono anche su Antennaradioesse Siena alle ore 8.45, all'interno dell'almanacco. Ringrazio Maura Martellucci per aver cortesemente autorizzato la pubblicazione di questa nota.

Nessun commento: