13 febbraio 2015

13 febbraio 1751: impiccagione fuori San Marco

Pillole quotidiane di storia senese
di Maura Martellucci e Roberto Cresti


Il 13 febbraio 1751 fu squartato e impiccato alle forche che si trovavano fuori Porta San Marco (in cima alla strada del Guiggiolo) tal Marco Ciali, casentinese, accusato di omicidio. Insieme a lui tre complici furono frustati e "bollati a due marchi", pena che equivaleva alla galera a vita. 



Le impiccagioni non erano rarissime a Siena, se si pensa che il Pecci ne documenta 18 dal 1719 al 1759. La pena di morte e la tortura furono abolite solo nel 1786 dal Granduca Pietro Leopoldo di Lorena ma reintrodotti già una decina di anni dopo dal figlio Ferdinando III. Con il regime napoleonico a Siena arrivarono addirittura il bioia e la ghigliottina. 


Tutti i giorni le pillole quotidiane di storia senese sono anche su Antennaradioesse Siena alle ore 8.45, all'interno dell'almanacco. Ringrazio Maura Martellucci per aver cortesemente autorizzato la pubblicazione di questa nota.

Nessun commento: