16 gennaio 2015

16 gennaio 1679: ritrovati tre corpi mummificati

Pillole quotidiane di storia senese
di Maura Martellucci e Roberto Cresti


Il 16 gennaio 1679, durante i lavori di restauro che si stavano effettuando nell'ospedale di Santa Maria della Scala, all'interno della SS. Annunziata, vennero alla luce due corpi mummificati in una piccola tomba posta sotto il pavimento: erano quelli di Salimbene Capacci (Rettore dell'ospedale morto nel 1497) e di sua moglie Margherita Sozzini. 


Si legge nelle memorie del Santa Maria della Scala: "nel fare li fondamenti dell'altare di Santo Francesco fu ritrovato il detto cadavere assieme a donna Margarita Sozzini sua consorte belli e stietti senza alcuna macula come si legge nella pietra del pavimento vicino a detto altare in nostra Chiesa"


La tomba di Salimbene e Margherita, dove era stato posto anche un altro corpo, è stata di nuovo aperta nel maggio del 1999; nell'occasione sono stati fatti studi sui corpi, si è ipotizzato che il terzo uomo fosse il corpo di Girolamo Macchi, Scrittore Maggiore dell'Ospedale, ricostruiti i loro volti e mandati a restaurare vesti, monete e medaglie. Ad oggi le tre mummie riposano ancora chiuse sotto il pavimento della SS. Annunziata.

Tutti i giorni le pillole quotidiane di storia senese sono anche su Antennaradioesse Siena alle ore 8.45, all'interno dell'almanacco. Ringrazio Maura Martellucci per aver cortesemente autorizzato la pubblicazione di questa nota.

Nessun commento: