20 settembre 2012

La Pia de' Tolomei nel cinema




Della solidità della tradizione della Pia dei Tolomei, soprattutto nelle terre di Toscana, abbiamo già pubblicato (tradizione dantescaletteratura popolare e musica lirica). Anche la neonata arte cinematografa si ispirò presto al dramma della donna di Siena, sicuramente adatto ad essere rappresentato con le movenze artificiosamente drammatiche del cinema muto.
Salvo disguidi dovuti alla lacunosità di informazioni presenti in internet sul primo periodo della storia del cinema, le pellicole mute sono tre:
Le prime due sono cortometraggi di una decina di minuti. La terza sembrerebbe (se non ho sbagliato a convertire i metri di pellicola in minuti) durare un'oretta circa.


Una delle locandine del film del 1941


In epoca del cinema sonoro, in bianco e nero ed in pieno periodo bellico, nel 1941 uscì nelle sale una nuova versione della Pia de' Tolomeicon la regia di Esodo Pratelli ed il soggetto, ancora, di Luigi Bonelli.


Un'altra locandina della pellicola del 1941


L'ultima Pia cinematografica risale al 1958, con la regia di Sergio Grieco. Finalmente gli attori iniziano ad essere conosciuti: tra essi il bravo Arnoldo Foà nei panni di Nello della Pietra (particolarmente apprezzata la sua interpretazione) e la giovane Ilaria Occhini, nel ruolo della Pia.


La locandina della pellicola del 1958


Concludo con una sorpresa, spero gradita ai lettori del blog: il filmato integrale del 1941 che ho registrato un paio di anni fa sul canale Iris del digitale terrestre e che ora condivido ... oltre a seguire la storia della Pia ritroveremo molti luoghi ben conosciuti ai senesi e a chi frequenta Siena: la Fortezza di Montalcino; il Ponte della Pia e, verso la fine, la stessa Piazza del Campo ...






CREDITI FOTOGRAFICI

foto n. 1: Francesca Bertini: fu una delle prime ad interpretare il ruolo della Pia de' Tolomei sul grande schermo. Dal sito Mythical Monkey
foto n. 2: sito iVid
foto n. 3: sito eBay
foto n. 4: sito iVid

Nessun commento: