3 febbraio 2011

Siena nella prospettiva di Dio ...

Siena dal satellite (immagine Google Earth)


C'è un modo di "indagare" Siena che, state certi, non porta a niente ... è quello di perdersi nel rivolo dei particolari, numerosi (sproporzionati per una città di 50.000 abitanti) e molti anche importanti ... tutto perde la sua vera identità e diventa "muro di gomma", refrattario ad ogni sforzo di attività cognitiva ...
Certo, i particolari (di ieri e di oggi) vanno conosciuti ... altrimenti non si è seri. Ma la conoscenza vera gioca su di un altro livello, che chiamerei "intuitivo-affettivo" ... il livello della percezione dell'Unità (al contempo fisica, urbanistica, sociale e, oserei, "biologica") di cui Siena tutta è espressione, quasi articolazione, in misterioso legame spazio-temporale ...
Un consiglio per chi viene a Siena: abbandonare un po' del nostro razionalismo contemporaneo ed attivare il cuore ... non sarà difficile trovare inaspettati spunti di corrispondenza ...

contributo originale de "Il Tesoro di Siena"

Nessun commento: